MEPAS Informatica

Soluzioni e servizi per una nuova ottimizzazione aziendale


 Video sulla comunicazione 3000 euro

In data 22 dicembre 2010 è stato pubblicato il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate che ha definito nel dettaglio le caratteristiche ed il contenuto della comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo pari o superiore a tremila euro al netto dell’imposta sul valore aggiunto, il cui obbligo è stato introdotto dall’art. 21 D.L. n. 78/2010 conv. con modific. nella Legge 30 luglio 2010 n.122. Questo importo è elevato a tremilaseicento euro al lordo dell’imposta per le operazioni non soggette ad obbligo di fatturazione. Il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate ha contestualmente definito le specifiche tecniche della comunicazione telematica.

Chi sono i soggetti obbligati :

Sono obbligati alla comunicazione tutti i soggetti passivi, ai fini dell’imposta sul valore aggiunto, i quali effettuano operazioni rilevanti ai fini IVA.

  • Qual è l’oggetto della comunicazione La comunicazione deve contenere tutte le operazioni riguardanti cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute dai soggetti passivi che siano di importo pari o superiore a euro tremila al netto dell’imposta sul valore aggiunto. Per le operazioni rilevanti ai fini IVA, per le quali non ricorre l’obbligo di emissione della fattura (es.: scontrino o ricevuta fiscale), il predetto limite è elevato a euro tremilaseicento al lordo dell’imposta sul valore aggiunto applicata. Queste operazioni sono escluse dall’obbligo di comunicazione fino al 30/04/2011.
  • Casi di inclusione In caso di più contratti collegati tra di loro, la comunicazione delle operazioni è obbligatoria qualora l'ammontare complessivo dei corrispettivi previsti per tutti i contratti sia pari o superiore a tremila euro. Per i contratti di appalto, fornitura, somministrazione o altri da cui derivano corrispettivi periodici, l'operazione è da comunicare qualora l'ammontare annuo dei corrispettivi dovuti sia complessivamente pari o maggiore a tremila euro.
  • Casi di esclusione Operazioni escluse dall’obbligo di comunicazione: - importazioni, esportazioni; - operazioni “black list”; - operazioni che hanno costituito oggetto di comunicazione all'Anagrafe tributaria, ai sensi dell’art. 7 del DPR 29/09/1973, n. 605.
  • Qual è il termine per l’invio della comunicazione La scadenza per l’invio telematico della comunicazione è il 30 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento. Per le operazioni registrate od effettuate nell’anno 2011, la scadenza è il 30/04/2012.
  • Qual è la modalità di trasmissione dei dati La trasmissione della comunicazione avviene telematicamente mediante Entratel.
  • Semplificazione anno 2010 Per il periodo d’imposta 2010 l’importo limite, per l’inclusione delle operazioni nella comunicazione, è elevato ad euro venticinquemila, per le sole operazioni soggette ad obbligo di fatturazione. Il termine per l’invio telematico è il 31 dicembre 2011. Soluzione informatica ESA Software

La soluzione ESA Softwareper i 3.000 euro permetterà di gestire tutti i casi previsti dalla normativa. I rilasci di tale modulo avverranno per step successivi, fornendo da subito sui prodotti e/ - e/studio ed e/satto le implementazioni sui software gestionali ESA di tutti gli indicatori necessari per individuare i dati contabili da riportare in comunicazione. Saranno modificati i programmi gestionali per permettere di:

  • contrassegnare in prima nota e nel cliclo attivo/passivo, tutte le operazioni rilevanti ai fini IVA di importo inferiore ai tremila euro riconducibile ad un unico contratto di importo maggiore o uguale a tremila euro, che devono essere incluse nella comunicazione;
  • individuare, automaticamente, tutte le operazioni di importo superiore ai venticinquemila euro (per l’anno d’imposta 2010) e tremila euro (dal periodo d’imposta 2011);
  • escludere, automaticamente, le operazioni di import/export e black list;
  • gestire automaticamente oppure contrassegnare altri casi di esclusione previsti dal provvedimento;
  • inserire tutte le informazioni relative alle cessioni nei confronti dei privati - vendita con scontrino o ricevuta fiscale - di importo superiore a 3.600 euro lordi, attraverso una specifica gestione implementata allo scopo;
  • generare il file telematico da trasmettere, sia relativo al periodo d’imposta 2010 (venticinquemila euro), sia 2011 (tremila euro e corrispettivi tremilaseicento euro).

      


Per informazioni contattare l'indirizzo e-mail info@mepas.it oppure chiamaci al nr. 039.482379



Contatti



Mepas Informatica sas


Via Pietro da Lissone, 48

20851 Lissone (MB)

tel. 039.48.23.79 

fax 039.3305800


info@mepas.it


Rivenditore Esa Monza  Brianza

Accesso Clienti


UserName

PassWord

Partner Tecnologici






Newsletter Subscription


La registrazione è gratuita e ti permetterà di accedere a tutti i servizi come le preziosenewsletter periodiche, i DVD demo, i seminari di aggiornamento e molto di piu'.




- Mepas Informatica sas - Via Pietro da Lissone, 48 - 20851 Lissone (MB) - P.Iva 0226090964 - 039.482379 Fax 039.3305800 -

Copyright Mepas © 2013 All Rights Reserved. - www.mepasnet.it - www.mepas.it